Sandro La Rocca

Sandro La Rocca

#unpassoallavolta Runner

Inizio per gioco (per recuperare da una distorsione alla caviglia) correndo in 8 minuti il mio primo km per errore pubblico il risultato (per me da Olimpiade) su FB e subito partono i commenti degli amici runner che mi toccano sul vivo e scatenano in me l’agonismo e la competitività che metto in ogni cosa dopo un mesetto la prima gara: 10 km a Varazze Da li ho consumato molte scarpe correndo tanti km e poco alla volta è diventata una componente “vitale” per me (anche se ho sempre odiato correre ed in fondo forse lo odio ancora adesso) Nel mio palmares: 1 maratona (Torino 2014 in 4h 44′) 10 mezze maratone (PB Genova 2014 1h 54′) 11 10km (PB a Vado Ligure 2014 50′ 30″) diverse gare locali (Stracairo, 8 miglia di Osiglia, Sunset Running Race a Prato Nevoso, TFT ad Arenzano, Prea Trail a Roccaforte di Mondovì, Carcorrendo a Carcare) Come si vede dai miei tempi io sono più un podista che un runner; dedico comunque tutto il tempo necessario agli allenamenti seguendo, quando è il caso, tabelle specifiche per il raggiungimento del mio scopo. Io sono un amante dell’asfalto anche se a livello osteo articolare non è il massimo ma purtroppo in sterrato mi capitano spesso infortuni alle caviglie. La nostra avventura a Roma 2016 nonostante un piccolo infortunio che mi ha rallentato negli ultimi 7 km è stata bellissima. Ci siamo goduti ogni singolo metro percorso nella capitale con il nostro pettorale addosso. Come si dice spesso: 30 km con le gambe 10 con la testa 2 con il cuore 195 m con le lacrime… anche se pere me le lacrime sono durate un po’ di più…

Personal Best

 

X